Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_lisbona

Messaggio dell'Ambasciatore Uberto Vanni d'Archirafi

 

Messaggio dell'Ambasciatore Uberto Vanni d'Archirafi

 

La rivoluzione digitale rappresenta oggi più che mai una sfida in continuo divenire, che riguarda tutti gli aspetti della nostra vita di relazione. L’Ambasciata d’Italia a Lisbona intende utilizzare le grandi potenzialità offerte dal digitale e metterle al servizio della collaborazione fra Italia e Portogallo.
E’ con questo spirito che mi rivolgo ai lettori della pagina web dell’Ambasciata d’Italia a Lisbona ma anche a tutti coloro che intendono avvicinarsi alle istituzioni italiane in Portogallo con l’intento di trovare risposte alle loro necessità.
Vorrei, dunque, all’atto della mia assunzione alla guida dell’Ambasciata, far giungere i miei più sinceri saluti a tutti gli utenti del sito ed esprimere loro i miei sentimenti di amicizia e di disponibilità unitamente a quelli di tutto il personale dell’Ambasciata.
L’Italia è spesso associata al suo grande Patrimonio Culturale e su questo terreno ritengo vi siano ampi margini di condivisione con il Portogallo. Conoscere meglio e di più le importanti ricchezze storiche, artistiche e monumentali di entrambi i Paesi aiutano a consolidare la reciproca conoscenza e a percorrere un terreno comune in sua difesa, in difesa della comune appartenenza identitaria europea. La nostra forza è proprio nell’unione delle diversità e nella difesa dei valori di cui entrambi i Paesi sono portatori nell’Unione Europea. L’Ambasciata è impegnata nella valorizzazione del nostro patrimonio culturale, e si avvale dell’importante azione svolta in questo campo dall’Istituto Italiano di Cultura.
Anche la promozione economica e commerciale rappresenta un ulteriore campo dove i rapporti bilaterali fra Italia e Portogallo possono ulteriormente crescere nell’interesse reciproco. Occorre essere consapevoli che per affrontare la globalizzazione sono necessari una visione, uno sforzo e una traiettoria comune ed unitaria. In questo campo la sfida di oggi è quella di cogliere i segnali positivi che provengono dalla congiuntura economica internazionale e di interpretarli in funzione dello sviluppo e della crescita. Abbiamo molta strada da percorrere assieme.
Anche la Scienza e la Tecnologia devono rappresentare un campo di eccellenza della collaborazione bilaterale. Entrambi i Paesi affidano al futuro delle nostre generazioni l’eredità di un progresso realizzato sulla ricerca e l’innovazione di oggi. Gli incubatori di impresa, le start up sono formule economiche che dobbiamo esplorare e promuovere assieme con l’obiettivo di generare occupazione, crescita e moltiplicare i fattori di sviluppo.
Le nostre Piccole e Medie Imprese hanno fatto grande l’Italia e continuano a rappresentare la colonna portante dell’economia italiana. Anche il Portogallo ha una estesa economia fondata sulle Piccole e Medie Imprese. Mettere assieme queste due realtà costituisce un ulteriore obiettivo da affinare e consolidare. Per raggiungerlo ci affideremo anche al sostegno della Camera di Commercio.
Desidero infine far giungere i miei più sinceri saluti ai connazionali che a vario titolo sono in Portogallo, per residenza, per turismo, per lavoro. Il nostro ufficio consolare lavora con impegno per offrire un servizio sempre più efficiente ai nostri connazionali in Portogallo, anche grazie all’utile collaborazione dei nostri Consoli Onorari.


38